Great Resignation: cos’è?

Data : 28/02/2022| Categoria: Risorse umane|

Quello della Great Resignation è un tema sicuramente molto sentito in questo periodo e che dall’America è arrivato fino a noi. Ma di cosa si tratta? Come si è evoluto in Italia? E come un’azienda può fare retention di risorse di valore?

Che cos’è il fenomeno della Great Resignation?

Great Resignation indica un fenomeno iniziato negli Stati Uniti in seguito alla pandemia COVID-19 per il quale moltissimi professionisti in ogni ambito hanno deciso di lasciare il proprio lavoro per dedicarsi alla ricerca di un equilibrio più salutare con la vita personale, nella maggior parte dei casi senza un piano di riserva come “paracadute”.

Il fenomeno ha raggiunto numeri record mai registrati prima: alcune recenti analisi condotte dal professor Ian Cook, che ha analizzato oltre 9 milioni di lavoratori in più di 400 aziende, hanno rivelato due trend principali:

  • Le dimissioni coinvolgono in percentuale maggiore i dipendenti con ruoli medio-alti.
  • Gli ambiti più colpiti sono quello tecnologico e la sanità.

Great Resignation: le cause

La pandemia ha sconvolto le vite di tutti noi, ma se è possibile comprendere i motivi per cui il personale sanitario abbia deciso di cambiare professione dato il grande impegno fisico, emotivo e psicologico richiesto loro, perché il fenomeno della Great Resignation ha colpito anche altri settori?

Perché il settore tecnologico è quello più colpito?
Perché industrie di servizi come il commercio al dettaglio, l’ospitalità, il servizio alimentare, ecc… continuano a vedere record di lavoratori lasciare il lavoro?
Per quale motivo la domanda di questi posti di lavoro e il mantenimento stanno scomparendo dal mercato del lavoro?

Ovviamente è facile capire perché i settori di commercio al dettaglio, ristorazione e simili abbiano risentito di questa situazione: lavorare a stretto contatto con il pubblico in questa situazione si è rivelato estremamente stressante e difficile e sicuramente il rapporto tra qualità della vita (e rischi) & salari in molti casi non è stato percepito come equo.

Parlando invece dei cosiddetti white-collar, la pandemia ha (nonostante tutto) offerto nuovi vantaggi e metodi di lavoro: lo smart-working ha infatti portato a maggiore flessibilità, possibilità di organizzare al meglio vita privata e professionale oltre a tutti i vantaggi, sia a livello economico che di tempo, per i pendolari.

Dopo aver sperimentato nuove modalità e strutture lavorative, dopo aver capito che si può essere ugualmente produttivi da qualsiasi parte nel mondo, moltissimi “lavoratori da scrivania” hanno quindi deciso di lasciare il posto di lavoro stabile e dedicarsi ad una vita più avventurosa cercando opportunità lavorative che venissero loro incontro, spesso diventano freelance.

Great Resignation in Italia

Sebbene in ritardo rispetto a quanto successo negli Stati Uniti, anche in Italia si è verificato il fenomeno della Great Resignation: nei primi 9 mesi del 2021 più di 1 milione e 300 mila professionisti hanno infatti lasciato il posto di lavoro, una cifra che supera di oltre il 30% quella dell’anno precedente.

Fonte: “Assunzioni e cessazioni: qualcosa si muove nel mercato del lavoro italiano”, report realizzato da Area Studi Legacoop e Prometeia nel progetto di ricerca Monitor Fase 3.

Non è invece d’accordo sull’importanza di questo fenomeno la Banca d’Italia, che ha rilasciato i seguenti dati:

  • Il numero delle dimissioni è diminuito all’inizio della pandemia ma ha ricominciato a risalire nella primavera del 2021, raggiungendo valori lievemente superiori a quelli del 2019.
  • Da gennaio a novembre 2021 le cessazioni volontarie di contratti a tempo indeterminato rilevate sono state 777mila, 40mila in più rispetto al 2019.

Fonte: Il mercato del lavoro: dati e analisi Le Comunicazioni obbligatorie

Conclusioni

La percezione del fenomeno cambia sensibilmente in base alle diverse fonti, ma la Great Resignation non è sicuramente un evento da sottovalutare: le aziende devono impegnarsi a fondo per riuscire a fare retention di risorse in modo efficace. I professionisti sono sempre più consapevoli delle possibilità che il mondo del lavoro garantisce loro e riuscire a rendere i dipendenti soddisfatti e in un ambiente di lavoro che rispecchi le loro aspettative.

Condividi l'articolo, scegli la piattaforma!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di QRP International per ricevere in anteprima news, contenuti utili e inviti ai nostri prossimi eventi.

QRP International userà le informazioni che scriverai nel form per restare in contatto con te. Vorremmo continuare ad aggiornarti con le nostre ultime news e con contenuti esclusivi pensati per supportarti nel tuo ruolo. Scegli una (o entrambe!) le seguenti tematiche:

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento cliccando il link "unsubscribe" dal footer di una delle email che riceverai da noi o scrivendoci a marketing@qrpinternational.com. Tratteremo le tue informazioni con rispetto. Per maggiori informazioni sulle nostre privacy policy puoi visitare il nostro sito web. Cliccando in basso, accetti che potremo utilizzare le tue informazioni in conformità con questi Termini & Condizioni.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.