News

Scopri le ultime interessanti novità e informazioni sul mondo dell'information technology e del project management.

Data : 27/03/2018

Negli ultimi anni si è sentito spesso parlare di Agile IT Service Management (ITSM). Ma cosa si intende per Agile ITSM? E perché c’è bisogno di maggiore agilità nel mondo dell’IT Service Management?

Secondo Nikola Gaydarov, Director IT Service e Project Management di Rüger Consulting, Agile ITSM è un cambiamento culturale: è l’idea di poter fare IT Service Management in maniera più agile, prendendo il meglio dai due mondi, Agile e ITSM, e mettendoli insieme. Non è necessario seguire pedissequamente una metodologia come Scrum o AgilePM, non c’è bisogno di andare a fondo nel mondo Agile per ottenere valore positivo nel service delivery. È invece fondamentale adottare ed adattare i punti chiave del Manifesto Agile.

Mettere in pratica il Manifesto Agile nell’IT Service Management

Ecco i consigli di Gaydarov per mettere in pratica i punti chiave del manifesto Agile:

– Individuals and Interactions over processes and tools – significa che siamo umani e anche i nostri clienti, quindi dobbiamo comportarci in quanto tali.
Working Software over comprehensive documentation – consegnare: non aver paura di consegnare qualcosa che funzioni e che può fornire valore al cliente.
Customer Collaboration over contract negotiation – lavorare insieme ai clienti e non tenerli all’oscuro. A loro non importa di Service-Level Agreement, vogliono ricevere valore.
Responding to Change over following a plan – questo è proprio quello che Agile ITSM deve risolvere. Dobbiamo adattarci alla velocità del business.

Agile e ITIL Practitioner

Guardando da vicino i 9 principi ITIL Practitioner (Focus on value, Design for experience, Start where you are, Work holistically, Progress iteratively, Observe directly, Be transparent, Collaborate, Keep it simple) possiamo subito trovare l’affinità con i punti di forza di Agile. “Working Software” è come “Focus on value”, ovvero crea risultati che forniscano valore e possono essere usati dal cliente. “Design for experience” sottolinea il lato umano di quello che facciamo: non si tratta solo di processi ma di customer experience. “Work holistically, Progress Iteratively, Observe Directly, Be Transparent and Collaborate” si collegano al punto “Customer collaboration”. Infine, il principio del “Keep it simple” dimostra quanto ITIL e Agile siano vicini e complementari. Agisci velocemente e fornisci valore, rispondendo al cambiamento (“Responding to Change”).

Di cosa ha bisogno Agile ITSM per avere successo?

È un cambiamento culturale, per questo hai bisogno di ottenere l’impegno del management e una forte volontà di intraprendere una trasformazione aziendale di lungo periodo. Le basi dalle quali partire sono:

  • un ITSM maturo, basato su best practice come ITIL
  • un Continual Service Improvement consolidato e funzionante
  • risorse “Agile-oriented” e pronte a condividere conoscenza e ad agire da coach.

Inoltre, sarebbe molto utile avere un body of knowledge ufficiale per questo argomento, in modo che possa essere migliorato in maniera iterativa ed incrementale (agile).

ITIL, DevOps e Agile ITSM

Secondo Nikola Gaydarov, ITIL e DevOps possono lavorare insieme da diverse prospettive per permettere di raggiungere questo cambiamento culturale – Agile IT Service Management. ITIL fornisce il framework per un service delivery stabile e di qualità. DevOps assicura che ci sia un flusso continuo di miglioramenti. Agile ITSM può fornire la guida per fornire servizi e aiutarti a rispondere alle sfide e richieste in maniera “agile”.
In un mondo in continua evoluzione, essere agile consente di rispondere rapidamente e tempestivamente ai cambiamenti: è tempo per i professionisti dell’IT Service Management di capire l’importanza degli approcci agile e integrarli nel loro lavoro.

Vuoi saperne di più? Scarica l’articolo “IT Service Management: è possibile renderlo Agile?

Fonte: Axelos, What is Agile ITSM and what does it need to be successful?

Continua a leggere
Data : 27/03/2018

Dopo il successo dell’edizione 2017 del PMexpo tenutosi a Roma, ISIPM ha deciso di organizzare un’edizione del più importante meeting nazionale sul Project Management anche nel nord Italia: il 13 Aprile 2018 si terrà a Busto Arsizio PMexpo Spring Experience 2018. L’evento, della durata di una giornata, è dedicato a tutti gli appassionati e vuole raccontare le esperienze di successo ottenute grazie all’applicazione di questa disciplina. Oltre ai talk verranno organizzati workshop pratici.

Alcuni motivi per partecipare?

  • accresci le tue conoscenze sul Project Management partecipando ai workshop e seguendo i consigli dei relatori
  • puoi approfondire alcune tematiche e le nuove tendenze del settore
  • puoi ascoltare le esperienze di altri professionisti
  • puoi entrare in contatto con alcuni dei migliori professionisti del project management

La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita, ma è necessario iscriversi; per maggiori informazioni su iscrizione, come raggiungere il Campus Reti e sul programma puoi consultare il sito dell’evento.

La partecipazione consente di acquisire un attestato di partecipazione valido 6 Crediti formativi utili per il mantenimento dell’iscrizione ai Registri Professionali AICQ-Sicev e Cepas e validi 6 PDU per il mantenimento delle Certificazioni PMI.

Ti aspettiamo!

Continua a leggere
Data : 07/03/2018

Le organizzazioni di oggi devono affrontare sempre più pressioni: devono restare al passo col cambiamento ed essere più Agile, senza sacrificare però sicurezza ed affidabilità. L’obiettivo resta sempre quello di soddisfare il cliente, solo che per farlo ora occorrono consegne e risultati sempre più veloci. Proprio in questo contesto nasce DevOps: in tutto il mondo l’interesse e l’adozione di DevOps stanno crescendo rapidamente, tutti ne parlano e le competenze DevOps diventano sempre più richieste.

Ma cosa sai veramente della filosofia e metodologia che sta rivoluzionando il mondo IT?

Noi di QRP vogliamo aiutarti, proponendoti una sfida per restare in tema con la velocità che contraddistingue DevOps: ti promettiamo che potrai avere tutte le informazioni fondamentali su DevOps in meno di un’ora. Come?

SEGUI TRE SEMPLICI STEP:

1. Scarica l’articolo DevOps: 9 risposte in 9 minuti

Il nostro formatore Claudio Restaino risponde a nove domande che ti aiuteranno ad avere un quadro completo di DevOps.

2. Guarda la registrazione del webinar “DevOps: tutto quello che vuoi sapere in 30 minuti”

Se ti interessa:

  • avere una visione completa di cos’è DevOps
  • conoscere le sue caratteristiche innovative
  • scoprire i vantaggi dell’adozione della metodologia
  • capire come può supportare la tua organizzazione
  • conoscere il percorso di certificazione DevOps

… allora investi altri 30 minuti nel nostro webinar gratuito. Per guardare la registrazione segui questo link.

3. Scarica la nostra raccolta: Capire DevOps in 7 punti

Ora che hai un’idea più chiara di DevOps, non ti resta che iniziare ad approfondire alcuni punti chiave. Se vuoi conoscere come funzionano i Team DevOps, chi è il DevOps Leader, perché passare a DevOps e tanto altro scarica la nostra raccolta di blog post!

IL NOSTRO ESPERTO: Claudio Restaino è Trainer e Consulente in IT Governance e Service Management con oltre 16 anni di esperienza in differenti settori (finance, retail, telco e public administration). In qualità di trainer il suo principale obiettivo è di combinare la sua personale esperienza con la sua rigorosa conoscenza dei framework ITIL, TOGAF, COBIT, DevOps, Lean Six Sigma, ISO 27001, al fine di offrire ai partecipanti un’esperienza su come mettere in pratica le metodologie nella quotidianità dei propri servizi.

DevOps può fornire alla tua organizzazione un vantaggio competitivo aiutandoti a consegnare software migliori, più velocemente e consentendo un’innovazione continua. Non sei ancora convinto/a? Ecco altre cose da sapere su DevOps:

Vuoi saperne ancora di più? Scrivici!

Continua a leggere
Data : 01/03/2018

Sviluppato dai nostri esperti QRP a partire dal materiale ufficiale PRINCE2 2017, il nostro e-learning PRINCE2 Foundation, accreditato Axelos, è un corso online interattivo ed esclusivo per prepararti all’esame PRINCE2 Foundation 2017. Non perdere la nostra offerta speciale, approfitta del 10% di sconto sul tuo PRINCE2 E-learning Foundation.

Ecco le parole di Jacobus Groot, Managing Director di QRP: “Il mondo diventa sempre più digitale, e anche QRP. Il lancio di questo nuovo pacchetto e-learning è l’inizio di una nuova era per QRP: ora offriamo una soluzione e-learning completa, senza nessun supporto cartaceo. QRP vuole essere un leader con opzioni di formazione flessibili. Developing professionals to facilitate change: meno carta, meno viaggi, più interazione, più sostenibilità. E, appena disponibile la traduzione ufficiale, lanceremo il pacchetto nella versione italiana!”

PRINCE2 e-learning: come funziona?

L’e-learning si divide in 20 brevi lezioni che includono video, esercizi e un insieme di letture interattive che forniscono maggiori dettagli sul metodo PRINCE2. Per poterti aiutare nello studio abbiamo incluso la funzionalità Q-Trainer – Q-Trainer è uno strumento che ripete le domande in modo tale che le conoscenze vengano memorizzate nella tua memoria a lungo termine. Tutti questi strumenti insieme alle 2 simulazioni d’esame PRINCE2 Foundation e al supporto del tutor online ti assicurano che sarai perfettamente preparato/a per ottenere la certificazione PRINCE2 Foundation.

Metti alla prova le tue conoscenze durante la formazione

Grazie a test di valutazione, esercizi e 2 simulazioni complete d’esame, sarai sicuro/a di essere perfettamente pronto/a per il tuo esame PRINCE2 Foundation.

Interattività

I nostri esperti PRINCE2 spiegano il metodo attraverso una vasta gamma di video, letture interattive e domande d’esame, che ti aiuteranno non solo a conoscere PRINCE2 e ottenere la certificazione PRINCE2 Foundation, ma anche ad applicarlo ai tuoi progetti. Il corso è stato ideato per fornire una spiegazione interattiva ed esaustiva  del metodo PRINCE2.

Quando vuoi, dove vuoi… da ogni dispositivo

Puoi accedere al corso PRINCE2 online da tutti i tipo di dispositivo (laptop, smartphone o tablet), dove vuoi e quando vuoi. In questo modo puoi studiare al tuo ritmo, a casa, a lavoro, o in viaggio!

Esame online incluso

L’esame PRINCE2 Foundation sarà svolto online grazie alla tecnologia ProctorU che ti dà la libertà di sostenere i tuoi esami quando e dove vuoi, utilizzando una webcam e una connessione internet.

Non perderti la nostra offerta speciale!

Solo per un periodo limitato, se acquisti il nuovo E-learning PRINCE2 Foundation hai uno sconto del 10% sul pacchetto. Affrettati! L’offerta è valida fino al 20 Marzo 2018. Approfitta subito dello sconto!

Scopri di più sul corso PRINCE2 Foundation E-learning
Acquista ora il tuo pacchetto PRINCE2 Foundation E-learning
Hai domande? Contattaci e ti consiglieremo la soluzione di formazione più adatta a te.

Continua a leggere
Data : 26/02/2018

Incontro DevOps Italia è la principale conferenza italiana dedicata alle tematiche DevOps. La sesta edizione dell’evento (IDI2018) si terrà a Bologna il 9 marzo, mentre l’8 marzo si terranno una serie di workshop. Noi di QRP vogliamo supportare la community DevOps in Italia e siamo felici di essere bronze sponsor dell’evento.

Ecco alcuni degli argomenti che verranno trattati: DevOps, Continuous Delivery, Cloud, Microservices, Automation, Testing, Big Data, Containers, Data Center Operating Systems, Software Operability, IT operating models e come pianificare e organizzare le Operation IT.

Ci sono ancora pochi posti disponibili per partecipare all’evento, segui il link per conoscere il programma e iscriverti: Incontro DevOps Italia 2018. Puoi anche segui la pagina Twitter: @incontrodevops!

Vuoi approfondire i vantaggi dell’adozione della metodologia DevOps? Segui il link Metodologia DevOps o guarda la registrazione del nostro webinar di introduzione a DevOps!

Continua a leggere
Data : 12/02/2018

Il 2018 è (e sarà) un anno importante per l’IT Service Management (ITSM). Negli ultimi anni, infatti, si è sempre più affermata la consapevolezza della necessità di un cambiamento nel settore. E, se fino ad ora alcune novità sono state accolte con scetticismo da parte dei professionisti del mondo ITSM, negli ultimi mesi l’atteggiamento negativo ha lasciato spazio ad un’apertura ed un’attitudine positive.

Cosa è successo negli ultimi anni
Secondo Nikola Gaydarov, Director, IT Service e Project Management di Ruger Consulting, nel 2017 le organizzazioni hanno finalmente realizzato che non è possibile utilizzare una sola soluzione di IT Service Management per tutto ma che c’è bisogno di diversi strumenti per affrontare diverse sfide.
E questo non significa solo più framework e modelli da utilizzare, ma anche avere una migliore conoscenza e comprensione del business.

2018: cosa deve migliorare nel mondo ITSM?

  • alle organizzazioni è richiesto di essere sempre più veloci. Se l’ITSM ha avuto difficoltà a stare al passo con la velocità richiesta, ora può recuperare grazie alla filosofia DevOps e ai suoi concetti innovativi (o meglio rivoluzionari)
  • l’IT Service Management deve fornire maggiore trasparenza e coinvolgimento al business. La parte business delle organizzazioni è diventata più interessata alla tecnologia: il business vuole saperne di più e seguire lo sviluppo da vicino, facendo delle modifiche se necessario. Prendendo ispirazione dalle idee agile, l’ITSM non dovrebbe trattare il business come “il richiedente” ma come stakeholder al suo pari, che fornisce idee e feedback. Spesso l’ITSM sottovaluta il business e l’apporto che questo può portare al cambiamento e al miglioramento dei processi. Tutti coloro che lavorano nel settore IT – project manager, IT manager, service manager – devono focalizzarsi di più sul business: ascoltare il business, capire cosa ritiene importante e allinearlo con l’IT.

Cosa succederà sicuramente nel 2018

  • Se la metodologia DevOps sta prendendo sempre più piede, quest’anno in particolare, è anche vero che ITIL® resta essenziale all’interno dell’ITSM. Infatti, è ormai chiaro che DevOps e ITIL sono perfetti insieme e che uno non sostituisce l’altro;
  • ITIL continuerà ad essere il riferimento per la gestione dei servizi IT e verrà lanciato quest’anno il suo aggiornamento;
  • entrerà in vigore GDPR, ovvero la General Data Protection Regulation (GDPR). E proprio in questo campo l’ITSM può aiutare molto. Il regolamento infatti è una sfida che coinvolge l’intera organizzazione e che ha un impatto su tutti i processi, sul service design e l’implementazione.

Cosa dovrebbero fare i professionisti ITSM

I framework e metodi diventano sempre di più: ITIL, Agile, COBIT, Lean, IT4IT, VeriSM, ecc. È fondamentale che i professionisti del settore si informino e conoscano più di un framework: ogni framework può essere d’aiuto e i professionisti devono lavorare con più di un framework per essere efficienti
Ed infine, secondo Leif Andersson, Change leader, coach and facilitator, IlluminEight:

“Bisogna guardare al project management con occhi nuovi: sì, abbiamo sempre PRINCE2® e PMP® ma i professionisti hanno bisogno di conoscenze complementari e di integrare l’IT service management all’interno dei progetti. Questo vuol dire capire per esempio DevOps, Cobit, Lean, Scrum, VeriSM e altri framework e modelli per poter creare più valore possibile.”

Quali sono i framework e metodi che vuoi approfondire? Ecco una lista di tutto quello che vuoi sapere su:

Fonte: Axelos blog, ITSM into 2018: drinking from the well of training and development di Nikola Gaydarov, Director, IT Service and Project Management, Ruger Consulting e ITSM into 2018: framework maturity and business alignment di Leif Andersson, Change leader, coach and facilitator, IlluminEight

Continua a leggere

Prossimi Eventi

Scopri tutti gli eventi

Abbiamo aiutato migliaia di professionisti a migliorare le loro competenze. Possiamo aiutare anche te.

Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai due volte al mese offerte speciali, articoli gratuiti, white paper, inviti a webinar ed eventi. No spam, solo consigli da professionisti del nostro team.

Nome*

Cognome*

Email*