Eurovision Song Contest: come renderlo un evento di successo utilizzando i principi di MSP

Data : 17/05/2019| Categoria: Programme Management| Tags:

John Edmonds, PPM Portfolio Development Manager di Axelos, ci spiega perché i principi di MSP possono, e dovrebbero, essere applicati ad ogni programma e lo fa utilizzando un esempio decisamente insolito ed interessante: l’Eurovision Song Contest. Quella che segue è la traduzione del blog post Axelos: The Eurovision Song Contest – How to make it work using MSP

Questa settimana Israele ospita il concorso musicale Eurovision Song Contest, il programma televisivo più longevo di sempre. Come si organizza con successo un evento di tale portata che sarà trasmesso in diretta ad un pubblico di circa 200 milioni di persone in tutto il mondo (ricordiamo che il concetto ‘euro’ in questo caso si estende fino all’Australia vista la popolarità della gara)?

Magari questo evento annuale deve il suo successo dall’essere organizzato sulla base di principi che hanno molto in comune con i principi di Managing Successful Programmes (MSP®*).

Uno strano pensiero, ma l’Eurovision Song Contest è un evento abbastanza atipico!

Uno degli aspetti di un programma è che è un insieme di progetti correlati. Quest’anno, l’Eurovision ha 41 diversi paesi che concorrono, ognuno con una serie di progetti da realizzare. Ci sono poi un certo numero di progetti intorno allo svolgimento dell’evento in Israele, e quindi vedere l’intero evento come un programma è abbastanza logico.

I sette principi di MSP descrivono le caratteristiche di un programma di successo. Consideriamo come tre di questi principi contribuiscono al successo dell’Eurovision.

Learning from Experience

L’edizione di Eurovision 2019 è la numero 64, quindi il team ha a disposizione anni e anni di lezioni apprese. Tuttavia, il paese ospitante e la sede cambiano tutti gli anni, quindi è importante che gli organizzatori imparino dalle esperienze degli altri e applichino le lezioni in maniera appropriata.

Israele ha ospitato l’evento due volte in passato, ma l’ultima volta è stata 20 anni fa e quindi tutte le lezioni di quell’ultima edizione devono essere valutate attentamente per assicurare che siano ancora lezioni rilevanti nel 2019. Tutti i programmi ottengono risultati migliori quando i membri del team hanno l’attitudine ad imparare e non insistono a sostenere “questo è il modo in cui abbiamo sempre fatto…”.

Envisioning and Communicating

Nel corso degli anni in cui l’Eurovision ha avuto luogo, la visione è un po’ cambiata, ed è stato fondamentale che sia stata comunicata con chiarezza. Senza la giusta comprensione dei vari stakeholder e senza una comunicazione chiara e coerente, sicuramente il contest non avrebbe avuto la crescita di paesi e audience che ha avuto.

Tutti i programmi televisivi hanno bisogno di comprendere l’audience, e tutti i programmi di successo devono capire chi sono i loro stakeholder. Altrimenti ci sarà confusione e mancanza di coinvolgimento, mettendo a rischio il successo dell’iniziativa.

Ecco due modi in cui possiamo incoraggiare l’engagement su larga scala:

  • Essere pragmatici e non applicare un approccio indifferenziato del tipo ‘one size fits all’ al programma. Quello che funziona in un paese può non funzionare in un altro (la gamma di stili musicali all’interno dell’evento ne è una testimonianza!).
  • Lavorare in maniera coinvolgente per favorire la partecipazione da parte di più stakeholder possibile. Un esempio è quello delle votazioni durante l’Eurovision: ora coinvolge le giurie da ogni paese e il pubblico, un cambiamento sostanziale rispetto ai tempi in cui erano solo le giurie a decidere. Questo ha senza dubbio contribuito all’aumento di popolarità dell’evento perché ha aggiunto un nuovo livello di partecipazione.

Designing and delivering a coherent capability

Un programma ben progettato sarà focalizzato sulla ‘big picture’ per assicurare che quello che viene creato – la capability – venga consegnata in maniera coerente.

A conferma di questo principio (ed anche di ‘Learning from Experience’), il palco principale di Eurovision 2019 è stato progettato dallo stesso designer dei 5 anni precedenti. Quest’anno il palco avrà ancora un aspetto diverso, ma sarà in linea con la visione complessiva dell’evento.

I principi di MSP possono, e dovrebbero, essere applicati ad ogni programma perché, come tutti i buoni principi, sono universali. È comunque interessante vedere questi principi applicati in un evento di così alto profilo come l’Eurovision Song Contest.

* Managing Successful Programmes (MSP) è la best practice di AXELOS che fornisce un framework ed approccio strutturato di programme management che può aiutare le organizzazioni ad evitare errori comuni ed a raggiungere i loro obiettivi.

Blog post originale: The Eurovision Song Contest – How to make it work using MSP by John Edmonds – AXELOS PPM Portfolio Development Manager

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di QRP International per ricevere in anteprima news, contenuti utili e inviti ai nostri prossimi eventi.

QRP International userà le informazioni che scriverai nel form per restare in contatto con te. Vorremmo continuare ad aggiornarti con le nostre ultime news e con contenuti esclusivi pensati per supportarti nel tuo ruolo. Scegli una (o entrambe!) le seguenti tematiche:

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento cliccando il link "unsubscribe" dal footer di una delle email che riceverai da noi o scrivendoci a marketing@qrpinternational.com. Tratteremo le tue informazioni con rispetto. Per maggiori informazioni sulle nostre privacy policy puoi visitare il nostro sito web. Cliccando in basso, accetti che potremo utilizzare le tue informazioni in conformità con questi Termini & Condizioni.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.