Da ITIL v3 a ITIL 4: intervista all’esperto

Data : 08/02/2019| Categoria: Consigli ed interviste| Tag:

Mancano ormai poche settimane al lancio della nuova versione di ITIL. Abbiamo chiesto al nostro formatore Claudio Restaino di aiutarci a capire meglio cosa cambierà nella nuova versione del framework. A questa intervista seguirà, il 22 Febbraio, un webinar gratuito in cui, insieme a Claudio, vedremo nel dettaglio i cambiamenti.

Ciao Claudio, quali sono le ragioni di questo aggiornamento?

Siamo in un momento di cambiamenti senza precedenti, caratterizzato dalla trasformazione digitale del nostro mondo e dall’interazione inevitabile tra esseri umani, tecnologie digitali e risorse fisiche. È un ambiente sempre più veloce e complesso, che richiede organizzazioni più agili pronte ad adottare nuovi modi di lavorare per avere successo. L’aggiornamento consente a ITIL di riflettere l’ambiente dinamico in cui viviamo, nonché nuovi modi di lavorare e pratiche emergenti.

Come verrà denominato il nuovo modello?

Il nuovo modello si chiamerà ITIL 4. Questo nome riflette il ruolo che ITIL 4 desidera svolgere nel supportare individui e organizzazioni nell’era digitale nota come la “Quarta Rivoluzione Industriale”.

Cosa cambia da ITIL v3 a ITIL 4?

ITIL 4 conserva molti degli elementi principali di ITIL v3, ma comporta anche adeguamenti ed evoluzioni, in particolare:

  • ITIL v3 Service Lifecycle (Strategy, Design, Transition, Operation, CSI) viene sostituito dalla ITIL 4 Service Value Chain (Plan, Improve, Engage, Design and Transition, Obtain/Build, Deliver and Support).
  • Introduzione di nuove pratiche (ad es. Project Management, Risk Management, Business Analysis, Software Development…)
  • Suddivisione di un unico processo ITIL v3 in più pratiche ITIL 4 (ad es. ITIL v3 Service Asset and Configuration Management à ITIL 4 Service Configuration Management + ITIL 4 IT Asset Management
  • Aggiornamento della terminologia (ad es. ITIL v3 Change Management à ITIL 4 Change Control) 

Quali sono i punti di forza di questa nuova versione?

I punti di forza della nuova versione ITIL 4 sono il Service Value System (SVS) ed il Modello a quattro dimensioni.

ITIL SVS rappresenta il modo in cui funzionano i vari componenti e le attività dell’organizzazione insieme per facilitare la creazione del valore attraverso i servizi abilitati dall’IT.

I principali componenti di ITIL SVS sono:

  • ITIL service value chain
  • ITIL practices
  • ITIL guiding principles
  • Governance
  • Continual improvement

Modello a quattro dimensioni garantisce un approccio olistico alla gestione dei servizi, da cui prendere in considerazione ogni componente del SVS.

Le quattro dimensioni sono:

  • Organizzazioni e Persone
  • Informazione e Tecnologia
  • Partner e Fornitori
  • Flussi di Valore e Processi

Con un adeguato focus su ciascuna delle quattro dimensioni, un’organizzazione assicura che il SVS rimanga equilibrato ed efficace.

ITIL 4 è compatibile con altri metodi come Agile e DevOps?

Agile è una metodologia che si concentra sulla definizione ed evoluzione dei requisiti in piccoli team. È un approccio timeboxed, flessibile e adattivo al lavoro IT che abilita una rapida risposta al cambiamento. Le modalità di lavoro agili forniscono ai team di sviluppo l’autonomia e consentono loro di auto-organizzarsi e la metodologia promuove la collaborazione tra i clienti, utenti e team di sviluppo. Ma Agile si focalizza solo sui requisiti funzionali ed i bug, piuttosto che sull’intero servizio ed il suo miglioramento, pertanto l’applicazione di Agile senza ITIL può nel tempo comportare costi più elevati, stime dei tempi meno accurate e una qualità inferiore nell’erogazione del servizio.

L’integrazione con ITIL consentirà ai team Agile di lavorare in modo più efficace per renderli più veloci e comportare una più stabile implementazione nell’ambiente di esercizio. Le organizzazioni potranno rilevare una riduzione dei costi di esercizio, nonché un migliore coordinamento tra i progetti Agile ed altre unità organizzative che potrebbero NON lavorare con i metodi Agile.

Mentre Agile si concentra sull’automazione e sulla velocità di consegna, può essere utile per i team anche utilizzare DevOps per migliorare il modo in cui le pratiche ITIL e Agile lavorano insieme. DevOps si concentra sul processo di deployment del software negli ambienti di esercizio, pertanto chiunque abbia la responsabilità del controllo dei cambiamenti, gestione del rilascio e l’erogazione del servizio dovrebbe far parte integrante dei team Agile per garantire che il team lavori efficacemente insieme.

ITIL e Agile/DevOps possono essere grandi alleati, ed i ruoli Agile all’interno dei team possono essere multiuso e allineati con i ruoli definiti nella gestione dei servizi; ad esempio:

  • Product Owner possono ricoprire il ruolo di Service Owner
  • Scrum Master possono ricoprire il ruolo di Change Manager

Fino a quando sarà valido lo schema di certificazione ITIL v3?

La transizione sarà un processo graduale, consentendo ai candidati di poter continuare a raccogliere crediti ITIL v3 necessari per il raggiungimento dei requisiti minimi (17 crediti) richiesti per la transizione ad ITIL 4 Managing Professional. AXELOS non interromperà pertanto ITIL v3 prima di giugno 2020, ad ogni modo, non interromperà alcun modulo ITIL v3 senza un preavviso di almeno 6 mesi.

Il 22 Febbraio abbiamo organizzato un webinar per approfondire con il formatore Claudio Restaino i cambiamenti tra ITIL v3 e ITIL 4, guarda la registrazione gratuita: webinar “Da ITIL v3 a ITIL 4: tutto quello che vuoi sapere sulla nuova versione di ITIL 2019”

Vuoi conoscere le FAQ su ITIL 4? Scarica il documento ITIL 4: le risposte alle domande più frequenti

Claudio Restaino

Claudio è Trainer e Consulente in IT Governance e Service Management con oltre 16 anni di esperienza in differenti settori. In qualità di trainer il suo principale obiettivo è di combinare la sua personale esperienza con la sua rigorosa conoscenza dei framework ITIL, TOGAF, COBIT, Lean Six Sigma, ISO 27001, al fine di offrire ai partecipanti un’esperienza su come mettere in pratica le metodologie nella quotidianità dei propri servizi.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di QRP International per ricevere in anteprima news, contenuti utili e inviti ai nostri prossimi eventi.

QRP International userà le informazioni che scriverai nel form per restare in contatto con te. Vorremmo continuare ad aggiornarti con le nostre ultime news e con contenuti esclusivi pensati per supportarti nel tuo ruolo. Scegli una (o entrambe!) le seguenti tematiche:

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento cliccando il link "unsubscribe" dal footer di una delle email che riceverai da noi o scrivendoci a marketing@qrpinternational.com. Tratteremo le tue informazioni con rispetto. Per maggiori informazioni sulle nostre privacy policy puoi visitare il nostro sito web. Cliccando in basso, accetti che potremo utilizzare le tue informazioni in conformità con questi Termini & Condizioni.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.